Attenzione ai tentativi di truffa

Le imprese ricevono bollettini e richieste di pagamento, che sembrano inviati dalla Camera di commercio ai nuovi iscritti o a chi ha appena presentato modifiche societarie, contenenti i propri dati aziendali (estratti dal Registro Imprese) e con scadenza in data di arrivo o addirittura retrodatata, con l'obiettivo specifico di confondere i destinatari, inducendo una pressione psicologica a pagare in fretta con il rischio di incorrere in sanzioni.

Le Camere di Commercio non chiedono telefonicamente dati bancari o altri dati sensibili delle aziende, non emettono bollettini postali prestampati e non richiedono pagamenti tramite bonifico bancario, in quanto il diritto di iscrizione annuale si paga con il modello F24. Inoltre, gli enti camerali non inviano assolutamente via mail proposte di vendita di "dati delle Camere di commercio" o di programmi per "estrarre dati dalle Camere di commercio". 

Si invita le imprese a rivolgersi sempre alla Camera di commercio di riferimento, alla propria associazione di categoria o al proprio professionista di fiducia, per verificare la natura della richiesta, la fonte dell'informazione e la veridicità dei nomi delle persone che si presentano telefonicamente come funzionari camerali. Tali precauzioni permettono di evitare pagamenti per offerte commerciali di soggetti estranei alle CCIAA o per adempimenti fasulli, in realtà non dovuti alla Camera di Commercio.

Consulta la pagina dedicata

Contatti
Unità organizzativa
U.R.P. - Ufficio Relazioni con il Pubblico
Telefono
015.3599358-326
Email
urp@pno.camcom.it
PEC
urp@pec.pno.camcom.it

ORARI:

Da lunedì a venerdì: 9.00-12.30

Ti potrebbe interessare
Ultima modifica
Mar 11 Gen, 2022