Ruolo periti ed esperti

Il Ruolo dei Periti e degli Esperti ha funzioni di pubblicità conoscitiva, cioè fa conoscere le persone ritenute idonee ad effettuare perizie in determinate categorie merceologiche, senza attribuire alcuna qualificazione esclusiva.

In altre parole, l’iscrizione nel ruolo dei periti e degli esperti non è abilitante, nel senso che l’attività di perito ed esperto può essere esercitata da chiunque, essendo attività libera.

Pertanto, l’iscrizione serve quale "referenza" nell’espletamento dell’attività in quanto dimostra e garantisce la preparazione e la competenza del perito e dell’esperto nelle materie oggetto dell’iscrizione.

Si ritiene opportuno evidenziare la netta distinzione fra il “ruolo dei periti e degli esperti” di cui al R.D. 20.09.1934 n. 2011 tenuto dalla Camera di Commercio e l’"Albo dei consulenti tecnici di Ufficio”, istituto presso il Tribunale e disciplinato dal R.D. 18.12.1941, n. 1368 (disposizioni per l’attuazione del Codice di Procedura Civile), in cui devono essere iscritti coloro che, forniti di specifica competenza tecnica in una determinata materia, esercitano le funzioni di consulenza tecnica su incarico del giudice. L’iscrizione in uno non preclude l’iscrizione nell’altro, anzi l’iscrizione nel ruolo dei periti e degli esperti è considerata titolo valido per l’iscrizione all’albo dei consulenti tecnici di ufficio.

La Camera di Commercio forma il ruolo dei periti ed esperti della provincia, diviso in categorie e sub categorie comprendenti funzioni, merci e manufatti, in relazione alle singole attività economiche di produzione e di servizi che generalmente si svolgono sul territorio provinciale.

Poiché il ruolo è tenuto su base provinciale, ai fini dell’iscrizione occorre pertanto fare riferimento alle categorie e sub-categorie della provincia di interesse:


 

L’iscrizione al ruolo può essere solo da persone fisiche (con esclusione, quindi, delle società, persone giuridiche ed associazioni in genere) e a tal fine gli interessati devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • aver compiuto 21 anni di età;
  • essere cittadini italiani o di un paese UE o di un paese extra UE in possesso del permesso di soggiorno che consenta l’esercizio nello stato italiano di lavoro autonomo;
  • aver assolto gli obblighi scolastici;
  • non essere stato dichiarato fallito (salvo l’intervenuta chiusura del fallimento);
  • non avere subito condanne per delitti contro la pubblica amministrazione, l’amministrazione della giustizia, l’ordine pubblico, la fede pubblica, l’economia pubblica, l’industria ed il commercio ovvero per il delitto di omicidio volontario, furto, rapina, estorsione, truffa, appropriazione indebita, ricettazione; per ogni altro delitto non colposo per il quale la legge commini la pena edittale della reclusione non inferiore nel minimo a due anni o nel massimo a cinque anni salvo che non sia intervenuta la riabilitazione;
  • non essere sottoposto a misure di sicurezza o di prevenzione e non avere procedimenti penali in corso per reati di stampo mafioso;
  • requisiti professionali, che comprovino l’idoneità all’esercizio dell’attività di perito ed esperto nelle categorie e sub categorie per le quali è richiesta l’iscrizione.

Pertanto chi richiede l’iscrizione nel ruolo dei periti ed esperti può dimostrare il possesso dei requisiti professionali con l’esibizione di ogni titolo e documento ritenuto idoneo a comprovare l’esperienza maturata e i titoli conseguiti in relazione all’esercizio dell’attività di perito ed esperto nelle categorie e subcategorie richieste, come ad esempio:

  • avere già effettuato perizie o formulato pareri nell'ambito delle categorie merceologiche di interesse;
  • essere in possesso di titoli di studio di carattere tecnico professionale specifico a seconda delle categorie merceologiche per le quali si richiede l'iscrizione, o l'aver frequentato corsi professionali;
  • avere ottenuto particolari riconoscimenti nell'ambito di attività svolte (quali certificati di brevetti depositati, attestati di frequenza a corsi di formazione riguardanti discipline connesse all’esercizio pratico delle attività peritali nelle categorie e sub categorie oggetto dell’iscrizione, certificazioni comprovanti l’esperienza acquisita in questo tipo di attività).

Qualora la Camera di Commercio , a suo insindacabile giudizio, ritenga tale documentazione non adeguata a comprovare l’idoneità dell’aspirante, ha facoltà di sottoporre il candidato ad un colloquio teso ad accertare le conoscenze tecniche dal medesimo possedute. 

Possono altresì essere iscritti di diritto al ruolo, purché abbiano esperienza lavorativa da almeno tre anni negli ultimi cinque, coloro che sono iscritti nel Registro Imprese in quanto esercenti attività di mediazione immobiliare o attività di mediazione merceologica nel settore corrispondente alla categoria richiesta.

Gli interessati ad essere iscritti nel ruolo dei periti ed esperti devono presentare domanda di iscrizione all’ufficio Registro Imprese presso la sede camerale della provincia territorialmente competente (Biella o Vercelli o Novara o Baveno per la provincia del Verbano Cusio Ossola).

La domanda, soggetta all’assolvimento dell’imposta di bollo e al pagamento dei diritti di segreteria pari ad euro 31,00 da effettuarsi direttamente allo sportello o tramite avviso PAGOPA, deve essere corredata dalla documentazione comprovante il possesso dei requisiti professionali. Qualora il candidato sia sottoposto a colloquio di valutazione volto ad accertare le conoscenze tecniche possedute, deve essere corrisposta l’integrazione, pari ad euro 77,00, dei diritti di segreteria.

Ciascun soggetto iscritto nel ruolo è tenuto a comunicare ogni modifica intervenuta sulla propria posizione oltre che richiedere la cancellazione dal ruolo (per trasferimento in altra provincia, perdita dei requisiti, cessazione attività) presentando apposita domanda di modifica/cancellazione all’ufficio Registro Imprese presso la sede camerale della provincia territorialmente competente (Biella o Vercelli o Novara o Baveno per la provincia del Verbano Cusio Ossola).

Le predette domande sono soggette all’assolvimento dell’imposta di bollo e al pagamento dei diritti di segreteria pari ad € 10,00 da effettuarsi direttamente allo sportello o tramite avviso PAGOPA.

 

Contatti
Unità organizzativa
Registro Imprese
Email
registro.imprese@pno.camcom.it
PEC
registro.imprese@pec.pno.camcom.it

ORARI:

Sedi di Vercelli, Biella, Novara: da lunedì a venerdì: 9.00 -12.30 - Sede di Baveno: da lunedì a venerdì: 10.00 -12.30

Recapiti telefonici:
Sede di Baveno 0323.912811
Sede di Biella 015.3599360
Sede di Novara 0321.338220
Sede di Vercelli 0161.598230

Ultima modifica
Mer 25 Mag, 2022